il Listone

Ogni italiano dovrebbe poter dare il suo contributo al Paese

17 ottobre 2006

La Legge elettorale 2 - PRESUPPOSTI


Create polls and vote for free. dPolls.com

L’ultima frase del mio post precedente recitava "confrontiamo le idee ed arriviamo a qualcosa di concreto".
Con questo post vorrei provare a concretizzare le istanze portate da noi per arrivare ad una sorta di "testo legge".
Tralascerei, per il momento, il discorso sul sistema elettorale per mettere dei "paletti" sulle condizioni di base.

1. Camere pulite - L’impossibilità di candidare persone che abbiano avuto problemi con la giustizia e siano stati condannati colpevoli in terzo grado di giudizio o su chi, nei gradi precedenti, abbia preferito il Patteggiamento (ammissione di colpevolezza). Inoltre queste persone non potranno essere nominate in qualunque posizione di "potere pubblico" --> vedasi municipalizzate, CdA delle "controllate" (RAI, ENI, ENEL, etc…), insomma in qualunque Società o Consorzio o Ente di Secondo Livello (Camere di Commercio, etc…) in cui il pubblico ha una partecipazione anche minimale. Insomma, un’interdizione automatica dai pubblici uffici di carattere elettivo o nominativo per tutti i condannati per qualunque reato.

2. Primarie - Con qualunque sistema elettorale obbligo di introdurre le primarie. (Ovviamente un elettore può votare alle primarie di un solo partito/coalizione).

3. Vincolo di mandato - Come vincolare un eletto alla volontà dei suoi elettori? Un ipotesi potrebbe essere questa. Collegi uninominali. Primarie necessarie per ogni coalizione. Registrazione degli elettori. Viene eletto il candidato. Il candidato cambia orientamento politico, è troppo assente, vota per l’abolizione dell’atricolo 18 ma ha una badante in nero? Bene, allora un numero non inferiore al 5% degli "elettori primari" richiede un "referendum" sull’operato dell’eletto stesso. Al referendum possono votare solo gli "elettori primari" (troppo facile il giochino di andare a votare contro l’eletto avversario per fargli revocare la carica), senza QUORUM. Vince la mozione di "sfiducia verso l’eletto", allora il senatore/deputato sfiduciato viene esautorato e vengono indette nuove elezioni con il medesimo meccanismo. Idea alternativa, non scartabile a priori quella di Filippo Russo: Voto palese con firma in calce alla scheda.

4. Par-Condicio - Tutti i partiti già presenti in Parlamento dovrebbero avere lo stesso budget. I nuovi partiti dovrebbero avere un budget pari al 5% di quello dei partiti "ufficiali" per le primarie ed in seguito una quota/"elettore primario".

5. Politici di professione - Imporre un massimale di 2 mandati per ogni singolo "livello" (Comune, Provincia, Regione, Camere, Europa), con un massimo di 5 mandati complessivi. Chiunque è stato eletto in qualsivoglia livello non potrà essere nominato a cariche "parapolitiche" (enti, municipalizzate, controlate…).

6. Conflitto di interessi - Ineleggibilità per tutti i concessionari pubblici. Blind trust per tutti i beni di proprietà dei politici.

7. Libera Stampa - Ineleggibilità per tutti i proprietari di mezzi di comunicazione di massa, a meno che al momento della candidatura abbiano venduto i beni di loro proprietà da almeno 24 mesi.

PROVOCAZIONI:

8. Retribuzioni - Stipendio massimo mensile, full inclusive per un parlamentare nazionale, 5.000 euro lordi.

9. Quoziente Intellettivo - Test di cultura generale, a risposta multipla, "tarato" su bambini di 3^ media (scuole dell’obbligo) prima della candidatura.

10. Iene - Aggiungerei un "drug and alcool test" obbligatorio all’entrata e all’uscita dal Parlamento: chi deve decidere sulla vita di 57mln di persone deve essere lucido oltre ogni ragionevole dubbio. Sanzioni di varia tipologia a crescere fino all’espulsione a tempo indeterminato per i trasgressori.

Gert

54 Commenti:

Il 17/10/06 16:40, Blogger ernesto scontento ha scritto...

domani commento ma cosi fai il vuoto...nesuno si candida più!!!!!

 
Il 17/10/06 19:00, Blogger gioix ha scritto...

gert ti sei lanciato...
io mi sono scaricata la legge e ci sto lavorando...è un casino perchè è tutto un rimandare a vecchie leggi...
Bel post comunque!
Deciso e concreto...così mi piace il blog!

 
Il 17/10/06 19:57, Blogger jacktheripper ha scritto...

Io sono un gran rompiballe, (te lo dico x avvertirti di quale serpe ti sei messo in seno) e di solito vado controcorrente.
Ritengo in effetti che chiunque abbia avuto problemi con la legge (di qualsiasi natura) e abbia successivamente pagato il suo debito (quindi senza patteggiamenti) sia valido quanto una persona "vergine" a livello di fedina penale.
Per cui sul punto 1 sai come la penso.
Sui punti 2,3,4, sono d'accordo con te.
Sul punto 5 sarei propenso di no, xchè chiunque dimostri un minimo di capacità possa essere rieletto senza limiti.
Sul punto 6 e 7 sono d'accordisssimo.
Sulle provocazioni idem tranne il punto 10 a patto che facciano una legge sulla droga degna di un paese civile (dopodichè si possono "fare" di ogni ben di Dio che non me ne frega niente)

Ciao
Paolo Cicerone

 
Il 18/10/06 09:47, Blogger Alearr ha scritto...

Grande Gert!

1. Camere Pulite - Tendenzialmente sono concorde. Però posso capire che la vita ti conduca a volte verso conseguenze esasperanti o non totalmente volute. Per esempio, io non mi sento di condannare Maroni per aver resistito all'invasione dei propri uffici da parte della polizia. Non deve essere piacevole vedere sfasciarsi il proprio ufficio e stare fermo, sapendo che non vi saranno risarcimenti. Capisco anche Beppe Grillo, condannato per qualcosa che è andato ben oltre le sue volontà (leggi "sfiga pazzesca").
Invece gente come Visco, evasore per abuso edilizio e viceministro per le entrate (!!), non la vorrei più vedere neanche col binocolo. Per non parlare poi di tutta la cricca collusa con la mafia che c'è dall'altra parte...

Splendidi (quasi commoventi) i punti 2 e 3

4. Par Condicio - Qui la questione è controversa. Negli USA c'è un tetto ai contributi liberali che ogni cittadino può dare al partito (senza rimborsi pubblici a quel che ricordo, ma posso sbagliare). Questo sistema mi piace molto, perché ogni persona decide quale partito finanziare. Con la par condicio proposta da Gert invece, tutti finanziano tutti in egual misura. Non mi quadra solo perché mi scoccia che i miei soldi vadano a finanziare partiti come Forza Nuova o l'Udc e la Margherita (che già godono dell'8 per mille ;)) etc...
Imporrei che un partito possa spendere per la campagna elettorale, solo soldi raccolti tramite donazioni e contributi. Così il Berlusconi di turno non partirebbe avvantaggiato, essendoci anche un limite alla donazione max annua.

5. Politici di professione - Non ho ancora ben chiara un'opinione in merito. Io legherei il tutto alla questione del mandato revocabile. Quando un politico in carica vedere revocarsi al fiducia per 3 volte, allora deve ritirarsi, in caso contrario vuol dire che ha fatto bene e che quindi non vi sono motivi per i quali debba smettere di contribuire al bene pubblico (rischiando che al suo posto vada qualcuno meno dotato)

6. Conflitto di interessi - Concordo in pieno

7. Libera Stampa - Concordo, preciserei solo "proprietari con quota influente" (vedi Tronchetto che con lo 0,8% comanda Telecom)

8. Retribuzioni - Qui vado in controtendenza. Io legherei lo stipendio di un amministratore pubblico ai risultati conseguiti. Quindi a gente come Cimoli vanno chiesti i danni, altro che liquidazioni milionarie! Per me, un politico che abbia ottenuto notevoli risultati in termini di:
- aumento del PIL
- Equità distributiva del reddito (leggi: diminuzione della forbice tra ricchi e poveri)
- Contenimento degli sprechi di risorse pubbliche
- Fornitura di servizi efficienti
Può guadagnare quello che vuole. Io agli amministratori svedesi darei anche 20 milioni di euro l'anno. Fanno pagare il 60% di tasse, ma poi hai TUTTO.

Punti 9 e 10 (e tutti quelli precedenti)- Istituirei una Commissione di onorabilità (per stabilire se sono veramente "onorevoli") che stabilisca SE un candidato è o meno eleggibile. Tale commissione dovrebbe prendere in considerazione tutte le questioni qui sollevate. La commissione dovrebbe essere una costola della Corte di Giustizia Europea.

Rinnovo i complimenti a Gert per il post, la concretezza allo stato puro, mi piace! Un saluto a tutti!! ^_^

 
Il 18/10/06 13:40, Blogger Gian Franco Dominijanni ha scritto...

Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

 
Il 18/10/06 13:48, Blogger Gian Franco Dominijanni ha scritto...

Buon giorno a tutti, vicini lontani, nascosti e alla luce.

Vado per gradi:

1) Farei un distinguo tra problemi con la giustizia e problemoni con la giustizia. Mi chiedo: un certificato di fedina penale pulita?

2) Condivido

3) Condifido

4) Condivido

5) Condivido per eccesso di zelo

6) Condivido

7) Condivido

8) Retribuzioni una percentuale in più rispetto ad una carica apicale di una P.A. oltre i privilegi strettamente legati al proprio lavoro.

9) Quoziente Intellettivo: "QI test"?
Sufficientemente intelligente ma non furbo.

10) "drug and alcool test" ... troppo oneroso.
Può bastare una autocertificazione nella quale si dichiara di non assumere sostanze dopanti, con possibili test a sorpresa, come si fa nello sport, con relativa gogna pubblica e sospensione dall'incarico.

Io aggiungerei personalmente altri due punti, se mi è consentito:

Il rispetto del contratto con la nazione (programma elettorale).

Non è sostenibile, che un cittadino
chiamato al voto, in virtù di un programma condiviso attraverso promesse elettorali, venga, nel corso della legislatura puntualmente danneggiato da scelte diverse rispetto agli impegni assunti in campagna elettorale.

Personalmente penso che questo atteggiamento sia offensivo nei confronti degli elettori e nei confronti della nazione tutta.

Chi in campagna elettorale promette una cosa deve realizzarla con estrema precedenza.

Altro punto:
Rendere pubblico il bilancio dell'Italia.

Quanto abbiamo nel portamonete è indispensabile per vedere cosa ci possiamo permettere.

Rendendo pubblico il bilancio della azienda italia, tutti, quindi i candidati compresi verranno a conoscenza della reale situazione finanziaria e da li potranno giocarsi la propria carriera politica.

By Gian Franco Dominijanni

 
Il 18/10/06 16:17, Blogger jacktheripper ha scritto...

Altro punto:
Rendere pubblico il bilancio dell'Italia.

Quanto abbiamo nel portamonete è indispensabile per vedere cosa ci possiamo permettere.

Rendendo pubblico il bilancio della azienda italia, tutti, quindi i candidati compresi verranno a conoscenza della reale situazione finanziaria e da li potranno giocarsi la propria carriera politica.

By Gian Franco Dominijanni
___________________________________

Sottoscrivo questo punto!

 
Il 18/10/06 17:31, Blogger filippo russo ha scritto...

camere pulite: condivido e aggiungo anche chi abbia pagato il fio non dovrebbe poter essere eletto, per una sorta di principio, come dire io voglio fare il politico? ok bene la mia "vita" passata presente e futura, deve essere irreprensibile sensa se e senza ma.
P.S. Maroni difende la sede della lega? condividibilissimo, ma un politico che non segue la legge che esso stesso fa, fa un pò ribrezzo scusa :-)

par condicio: sono contrario al finanziamento pubblico dei partiti, mi andrebbe il sistema americano con gli sponsor palesi, ovvio che io iscritto o simpatizzante posso, pubblicamente, finanziare il mio partito.

politici di professione:
se lo posso sfiduciare, io non avrei problemi sugli anni di politica, diciamo che uno se viene sfiduciato dai suoi elettori difficilmente si ricandida +, e chi gli da na lista dove candidarsi :-)
avrei qualche dubbio sulla sua eventuale riciclatura in qualche ente, lì starei più attento.

retribuzioni: un fisso, ok 5000, + provviggioni, legati al merito e al lavoro svolto.

provvocazioni:
cultura - a priori, il partito fa un esamino al candidato, alle elezioni solo gente preparata, e che se li selezionino i partiti coi soldi loro, perchè io cittadino mi devo accollare i costi per scoprire se tu onorevole sai o non sai quante province ci sono in italia.
droga - auntocertificazione e tes periodici a campione, ma solo per le droghe, incluso l'alcool, io ashish e marjuana non le ritengo droghe.

ovvio che sugli altri punti so fondamentalmente daccordo

 
Il 18/10/06 17:45, Blogger Alearr ha scritto...

@ filippo russo

1. Camere pulite - La questione morale è delicata. Non so se ti è mai capitato di assistere ad un abuso di potere da parte di chicchessia (vigile, poliziotto, carabiniere, funzionario, magistrato etc..). Purtroppo le mele marce ci sono anche fra i funzionari pubblici e il potere da che mondo e mondo dà alla testa (e logora chi non ce l'ha - Andreotti docet ;))

Quindi io capisco Maroni (lontano anni luce dalla mia visione politica) che ha opposto resistenza ad un agente di polizia. Pare infatti che Maroni abbia denunciato tale agente per percosse, il giorno stesso e quindi non mi spiego coma mai la denuncia contro Maroni sia arrivata già al terzo grado di giudizio, mentre quella contro il poliziotto debba ancora essere esaminata dal primo grado.

Nessuno di noi può dirsi al di sopra del destino, se per caso ti capitasse di subire un abuso da un funzionario pubblico e venissi per giunta arrestato per questo, non la vedrei come una giusta motivazione per precluderti la carriera politica.

Certo, tre gradi di giudizio sono tanti e quindi mi sento di dire che Maroni ha torto, ma il reato commesso non mi sembra tale da escluderlo dalla gestione della cosa pubblica (anche perché è uno dei pochi che nella lega non usa toni da fenomeno)

Ovvio che su reati più gravi, sono totalmente in accordo con te e Gert.

 
Il 18/10/06 18:19, Blogger Gerrit Boekbinder* ha scritto...

Ciao a tutti.
Sto leggendo attentamente le proposte di modifica, tutte molto interessanti.
Che ne dite se ci diamo tempo una decina di giorni e poi rifacciamo (non necessariamente io...) il post integrandolo con le modifiche proposte ed accettate (es: tipologia dei reati da escludere vista l'eccessiva radicalità della mia prima proposta; non necessità del limite dei mandati per le cariche politiche visto il potere di revoca del mandato elettorale... etc.)

Gert

 
Il 19/10/06 08:47, Blogger gioix ha scritto...

Altro punto:
Rendere pubblico il bilancio dell'Italia.

Quanto abbiamo nel portamonete è indispensabile per vedere cosa ci possiamo permettere.

Rendendo pubblico il bilancio della azienda italia, tutti, quindi i candidati compresi verranno a conoscenza della reale situazione finanziaria e da li potranno giocarsi la propria carriera politica.

By Gian Franco Dominijanni


QUOTO

 
Il 19/10/06 08:51, Blogger gioix ha scritto...

proporrei anche il CV trasparente per i dirigenti di aziende municipalizzate.
Voglio sapere chi prende in mano le aziende dello stato.
Che esperienze ha.

 
Il 19/10/06 11:01, Blogger Robert Allen ha scritto...

Bravi blog curato.
Ernesto, togli la foto del Che, non sei più degno di portarla
Ciao

 
Il 19/10/06 11:07, Blogger filippo russo ha scritto...

http://www.corriere.it/Primo_Piano/Politica/2006/10_Ottobre/19/politici.shtml

è OT ma cavolo farci pigliare per il ..... in questo modo ecchediamine

P.S. @ allear
la mia è una pura questione di principio.
Maroni non ha commesso di certo un omicidio, ma ha subito una condanna, giusta o sbaglia che sia non può essere un rappresentante del popolo, noi non siamo galeotti :-)

 
Il 19/10/06 12:56, Blogger jacktheripper ha scritto...

X Filippo

La mia posizione riguardo i precedenti penali di ognuno di noi, è differente da molte visioni, lo capisco, però io credo che già per quello che riguarda il mondo del lavoro, sia estremamente ingiusto che chi ha subito una condanna per qualsiasi reato faccia così fatica a trovare lavoro anche come fattorino, dico almeno dopo 10 anni dall'ultimo reato (pagato alla giustizia) si potrebbe cancellare dal curriculum penale richiesto dai datori di lavoro.
Se la penso così per noi mortali è ovvio che non posso pensarla diversamente per il mestiere di politico.
Tu dici che chi ha subito una condanna non può rappresentare il popolo, alearr dice che c'è reato e reato.... se ne può discutere, io penso che ognuno di voi abbia la sua parte di ragione come io la mia, solo ritengo sia giusto anche essere un pochino meno estremisti da questo punto di vista.

 
Il 19/10/06 16:09, Blogger ernesto scontento ha scritto...

1.Camere pulite - OK

2. Primarie - OK


3. Vincolo di mandato - Troppo complesso e costoso…. Io proporrei che per gli eletti che non rispettano le regole venga sospeso il mandato. Invece metterei la regola del vincolo di voto di coalizione… esempio io mi candido con il cs…non sono d'accordo con una norma di legge dove il mio partito non lascia libertà di coscienza io non posso votare contro la norma ma mi devo astenere…. inoltre l'eletto che si astiene per più di tre volte viene estromesso dall'incarico e viene coptato il candidato successivo del medesimo collegio, l'eletto non può cambiare coalizione… Il cittadino vota si la persona ma vota anche i valori della coalizione.

4. Par-Condicio - non sono d'accordo.. il budget dei partiti deve essere uguale e limitato al minimo indispensabile.

5. Politici di professione - Sono d'accordo in parte un politico può fare anche più di un mandato…ma non può avere doppi incarichi in strutture pubbliche e private di rilevanza nazionale.

6. Conflitto di interessi - Sono d'accordo in parte nel senso che se uno detiene una quota di minoranza che non supera il 3% non può essere considerato realisticamente in conflitto di interessi….non decide nulla da solo!!!!

7. Libera Stampa - Come punto 6

8. Retribuzioni - Stipendio nella media U.E. ( sono professionisti non si può pensare che lascini l'attività remunerativa per spirito di patria non è neanche giusto) es ora i nostri prendono 143 mila euro anno, I tedeschi 84 mila euro anno…gli stipendi e i benefit devono essere allineati ai maggiori pesi Europei.

9. Quoziente Intellettivo - mi avvalgo della facoltà di non rispondere!!!!!!

10. Iene - Uso nei limiti di legge altrimenti scattano le sanzioni della revoca del mandato e si interviene come al punto 2 .


******

PS:

Sto rivisionando il blog su un'altra piattaforma....

ed ho aperto un POST sul partito democratico:

Il Partito Democratico Come Lo Vorresti Tu?

Se vi interessa l'argomento lasciate un commento....io cercherò di publicizzarlo anche a livello locale, se mi riesce le risposte le invierò ai comitati dell'ulivo per le valutazioni.

Non so cosa possa venir fuori ma io ci provo?????

******

X ALE...in questi giorni ti scrivo per darti i dati vorrei mettere un POST sulla paura della critica dell'ccidente...nei confronti del mondo Islamico...vedi il caso del pontefice...o di alcuni scrittori che devono vivere sotto protezione.

 
Il 19/10/06 17:34, Blogger ernesto scontento ha scritto...

ARRIVA LA BOMBA TENETEVI FORTE!!!!

****

http://lavoro.economia.alice.it/gallery/stipendi_eccellenti.html

Gli stipendi eccellenti dei manager statali
Viaggio nella giungla dorata dei vertici della pubblica amministrazione
Prendono stipendi e indennità milionarie, che non sempre riescono a giustificare con altrettanto milionari benefici per le aziende che dirigono. I casi Alitalia e Fs da questo punto di vista sono esemplari.
Tra bonus e liquidazioni d'oro, c'è un abisso incolmabile che li separa dai dipendenti, a cui occorre mettere un freno perché, come dice Piero Sansonetti dalle pagine di Liberazione, l'eccesso di ricchezza a questo punto diventa un furto.
Ecco che dalle pagine del giornale rilancia la proposta, già fatta un anno fa da Fausto Bertinotti, di mettere un tetto agli stipendi pubblici. Tetto che si aggirerebbe intorno ai 235mila euro, ovvero 15 volte lo stipendio più basso (15 mila 684 euro) di un dipendente statale.
Anche se, tra di loro, c'è già qualcuno che si è autoridotto lo stipendio.

Giancarlo Cimoli
2 milioni 700 mila euro
Amministratore delegato e presidente di Alitalia ha dichiarato 2 milioni e 700 mila euro senza contare la lauta liquidazione ottenuta dalle Ferrovie dopo il suo passaggio all'Alitalia (intorno ai 6,7 milioni di euro).
Il suo stipendio (si fa per dire) è aumentato in un anno del 23%. Per essere più precisi: dai 2 milioni e 269mila euro annui del 2004 è passato ai 2 milioni e 786mila del 2006 (esattamente quanto guadagnano 210 dipendenti a contratto standard). Se questo non è un manager...

Elio Catania
2,5 milioni
Ex presidente e amministratore delegato di Fs, pare sia stato liquidato con una buonuscita di 7 milioni circa Da notare che sono di 1,3 miliardi le perdite dichiarate dalle Fs per il 2006, mentre nel 2003 l'utile era di 31 milioni

Mario Draghi
450 mila euro
Ex Direttore Generale del Tesoro, ora Governatore della Banca d'Italia, dichiara 450 mila euro l'anno

Massimo Sarni
1,296 milioni
Amministratore delegato Poste Italiane, ha uno stipendio di quasi un milione e trecento mila euro.
Negli ultimi quattro anni, alle Poste in pratica è stata cambiata tutta la prima linea dirigenziale con una spesa per le buonuscite di almeno 8 milioni di euro, applicando a quasi tutti la regola del tre, cioè l'equivalente di tre anni di stipendio in cambio delle dimissioni.

Mario Andrea Guaiana
350 mila euro
Il direttore generale dell'Agenzia delle Dogane guadagna 350 mila euro

Vittorio Grilli
600 mila euro
Ex Ragionerie Generale dello Stato e attualmente Direttore Generale del Tesoro oltre che presidente dell'Istituto Italiano di Tecnologia, denuncia 511 mila euro all'anno guadagnati in Italia e 1 milione e 800 mila euro all'estero

Corrado Calabrò
440 mila euro
Presidente dell'Authority delle Telecomunicazioni, guadagna 440 mila euro l'anno

Vittorio Crecco
270 mila euro
Direttore generale dell'Istituto nazionale della previdenza sociale, dichiara 270 mila euro l'anno

 
Il 20/10/06 09:16, Blogger filippo russo ha scritto...

torno sulla questione del parlamento pulito che ritengo nodale.
non ho nulla in contrario se un qualsiasi reietto una volta scontato il fio assurge ad incarichi statali, trovo assurdo invece che un condannato che puranco avesse scontato la pena e abbia trascorso gli ultimi 20 anni a vivere come una colomba, sieda nel parlamento, è una contraddizione in termini, il parlamento DOVREBBE esprimere il meglio dell'umanità del paese, potrei passare se un parlamentare non sappia dove si trova il burkina faso (?) ma non sul fatto che abbia la fedina penale compromessa.
una persona che nella sua vita abbia infranto la legge fossanco na multa per divieto di sosta non può stare "sopra" e influenzare la mia vita che è irreprensibile sotto ogni profilo, perde di autorevolezza e credibilità, chiudo dicendo che non vedo il motivo di candidare uno che ha preso na multa, ammenochè il materiale umano a disposizione non sia tutto inficiato, e allora ditelo che siamo un popolo in divieto di sosta e in quanto tali abbiamo la necessita di avere tali rappresentati al parlamento :-)

 
Il 20/10/06 12:29, Blogger Gerrit Boekbinder* ha scritto...

ciao a tutti
Domandina per Ale.
E' possibile fare un "poll" nel blog.
Mi spiego.
Leggendo i commenti sembra che il punto principale in cui non ci troviamo d'accordo tutti sia il fattore "camere pulite", io vedo almeno 3 posizioni differenti.
"I Parlamentari non dovrebbero aver commesso:
1) nessun reato
2) nessun reato contro la pubblica amm.ne
3) se hanno scontato la pena, allora sono candidabili."

Sbaglio?
Si può fare un poll dove votiamo e approviamo assieme, come proposta fattiva quella decisa dalla maggioranza di noi?

Gert

 
Il 20/10/06 15:39, Blogger Gerrit Boekbinder* ha scritto...

Solo ora mi accorgo di BOB DYLAN.

Ciao BOB, non tormentare troppo l'Ernesto sulla foto del CHE.
Lo sa benissimo di essere corso dove tira il portafogli :P

Gert

ps: Ernesto, non offenderti, tanto lo sai che ti sfotterò sempre per il tuo passato movimentista ed il tuo presente liberista :P

 
Il 20/10/06 17:03, Blogger jacktheripper ha scritto...

X gert
Sembra io sia l'unico sostenitore del punto 3 però provo ad insistere:
c'è gente che ha commesso qualche scemenza in gioventù (tipo rubare le gomme di una macchina) e che la sta pagando ancora adesso dopo 20 anni; ho parenti che hanno commesso errori più gravi, ma nonostante siano politicamente distanti da me (estrema sinistra) sono sicuramente più eleggibili di qualsiasi persona sia seduta nell'attuale parlamento.
Mi piacerebbe poter intavolare un discorso attorno a questo, alearr dice che c'è reato e reato e mi trova concorde; quello che non capisco è chi sostiene il punto 2 (nessun reato contro la p.amm.ne), vuol dire che tale reato è più "grave" di un omicidio premeditato?
Proviamo a discuterne a riguardo poi magari facciamo la votazione, se vi va.

 
Il 20/10/06 18:18, Blogger ernesto scontento ha scritto...

il punto 2 (nessun reato contro la p.amm.ne),

vuol dire contro la P.A.

rubare le gomme a un privato cittadino non è reato contro la P.A.

presentare documenti falsi per vincere un concorso pubblico o avere finanziamenti agevolati dallo stato è reato contro la P.A.

 
Il 21/10/06 00:11, Blogger Max stirner ha scritto...

17 ottobre 2006
La Legge elettorale 2 - PRESUPPOSTI

L’ultima frase del mio post precedente

recitava "confrontiamo le idee ed arriviamo a

qualcosa di concreto".
Con questo post vorrei provare a

concretizzare le istanze portate da noi per

arrivare ad una sorta di "testo legge".
Tralascerei, per il momento, il discorso sul

sistema elettorale per mettere dei "paletti"

sulle condizioni di base.

1. Camere pulite - L’impossibilità di

candidare persone che abbiano avuto problemi

con la giustizia e siano stati condannati

colpevoli in terzo grado di giudizio o su

chi, nei gradi precedenti, abbia preferito il

Patteggiamento (ammissione di colpevolezza).

Inoltre queste persone non potranno essere

nominate in qualunque posizione di "potere

pubblico" --> vedasi municipalizzate, CdA

delle "controllate" (RAI, ENI, ENEL, etc…),

insomma in qualunque Società o Consorzio o

Ente di Secondo Livello (Camere di Commercio,

etc…) in cui il pubblico ha una

partecipazione anche minimale. Insomma,

un’interdizione automatica dai pubblici

uffici di carattere elettivo o nominativo per

tutti i condannati per qualunque reato.

Ciao gert
vorrei fare alcune considerazioni/domande che

non intendo discutere ma semplicemente

depositare come fosse pubblicità, forse

spazzatura, ma se ci trovi qualcosa che serve

usala pure, perchè io non so che farne.


veniamo al dunque:

MAX: che ne pensi di coloro che, dopo avere

scontato la pena tornano, a tutti gli effetti

cittadini come tutti gli altri? E' sbagliato?

colui che fu condannato una volta, deve

perdere i diritti civili? Se sì, pensi che

riguardi ogni condanna per qualsiasi reato

scontato o solo su alcune condanne scontate?

quali a tuo parere?
Oppure ti riferisci a condannati,

indipendentemente dal reato, che ancora non

hanno scontato la pena, ma che dopo la

condanna scontata riacquistano in pieno i

loro diritti?
Non credi che prima di affrontare l'argomento

di chi ha il diritto di essere eletto a

ricoprire certe cariche, dovresti chiarire

questi aspetti?


2. Primarie - Con qualunque sistema

elettorale obbligo di introdurre le primarie.

(Ovviamente un elettore può votare alle

primarie di un solo partito/coalizione).

3. Vincolo di mandato - Come vincolare un

eletto alla volontà dei suoi elettori? Un

ipotesi potrebbe essere questa. Collegi

uninominali. Primarie necessarie per ogni

coalizione. Registrazione degli elettori.

Viene eletto il candidato. Il candidato

cambia orientamento politico, è troppo

assente, vota per l’abolizione dell’atricolo

18 ma ha una badante in nero? Bene, allora un

numero non inferiore al 5% degli "elettori

primari" richiede un "referendum"

sull’operato dell’eletto stesso. Al

referendum possono votare solo gli "elettori

primari" (troppo facile il giochino di andare

a votare contro l’eletto avversario per

fargli revocare la carica), senza QUORUM.

Vince la mozione di "sfiducia verso

l’eletto", allora il senatore/deputato

sfiduciato viene esautorato e vengono indette

nuove elezioni con il medesimo meccanismo.

Idea alternativa, non scartabile a priori

quella di Filippo Russo: Voto palese con

firma in calce alla scheda.

MAX: Spero che sia uno scherzo! Voto palese

con firma in calce? Meglio con alzata di

mano... alla bulgara! Che ne dici?

scrivi:
"...allora il senatore/deputato sfiduciato

viene esautorato e vengono indette nuove

elezioni con il medesimo meccanismo."
Passiamo la vita a fare elezioni? a fare

trullallero trullallà?
Ti pare che in quei paesi dove non vi è

neppure bisogno di sfiduciare il...

disonesto, perché lui stesso si dimette,

ricorrano alle elezioni subito dopo?.


4. Par-Condicio - Tutti i partiti già

presenti in Parlamento dovrebbero avere lo

stesso budget. I nuovi partiti dovrebbero

avere un budget pari al 5% di quello dei

partiti "ufficiali" per le primarie ed in

seguito una quota/"elettore primario".

MAX: Forse mi sfugge qualcosa; un partito che

ha la percentuale dell'1% dovrebbe avere lo

stesso badget di quello che ha il 30%?.
ancora... i nouvi partiti, invece solo il 5%

di quelli... ufficiali (che vuol dire?),

perché? non hanno la stessa dignità degli

altri? Ciò non penalizzerebbe nuove idee

politiche? Chiedo... perchè non capisco.


5. Politici di professione - Imporre un

massimale di 2 mandati per ogni singolo

"livello" (Comune, Provincia, Regione,

Camere, Europa), con un massimo di 5 mandati

complessivi. Chiunque è stato eletto in

qualsivoglia livello non potrà essere

nominato a cariche "parapolitiche" (enti,

municipalizzate, controlate…).

MAX: Fammi capire...

"massimo due mandati per ogni singolo

livello"

se proprio vuoi limitare i livelli a 3, il

totale fa 2x3= 6 e non cinque, altrimenti uno

dovrebbe rinunciare 1/2 livello o sforerebbe

di 1/2.
Supponiamo comunque che uno cominci la sua

carriera politica nel Comune e che si

dimostri un buon sindaco e che poi diventi

presidente di provincia con ottimi risultati

e che, grazie alla sua abilità diventi

governatore di regione; egli avrebbe bruciato

tutte le sue possibilità politiche nelle tre

cariche e siccome si è dimostrato... molto

bravo, è meglio che se ne vada a casa e non

cerchi di divenire parlamentare perchè quel

posto è meglio che lo lasciamo a degli

incompetenti. forse non ho capito qualcosa!


6. Conflitto di interessi - Ineleggibilità

per tutti i concessionari pubblici. Blind

trust per tutti i beni di proprietà dei

politici.

MAX: Sì..., a quali? anche all'assessore

comunale che potrebbe fare la pastetta con

l'impresa, o solo ai parlamentari e senatori?

E come lo applicheresti? Perché vedi... fare

un'affermazione è facile, ma bisognerebbe

spiegare come pensi di applicarle le idee...

inapplicabili.


7. Libera Stampa - Ineleggibilità per tutti i

proprietari di mezzi di comunicazione di

massa, a meno che al momento della

candidatura abbiano venduto i beni di loro

proprietà da almeno 24 mesi.

MAX: Sì, è giusto, ma proibito venderli anche

a fratelli, mogli, figli... oppure a questi

si può?

PROVOCAZIONI:

8. Retribuzioni - Stipendio massimo mensile,

full inclusive per un parlamentare nazionale,

5.000 euro lordi.

9. Quoziente Intellettivo - Test di cultura

generale, a risposta multipla, "tarato" su

bambini di 3^ media (scuole dell’obbligo)

prima della candidatura.

10. Iene - Aggiungerei un "drug and alcool

test" obbligatorio all’entrata e all’uscita

dal Parlamento: chi deve decidere sulla vita

di 57mln di persone deve essere lucido oltre

ogni ragionevole dubbio. Sanzioni di varia

tipologia a crescere fino all’espulsione a

tempo indeterminato per i trasgressori.

Gert

postato da Gerrit Boekbinder* alle 15:23| 16

commenti| scrivi| trackback|
02 ottobre 2006
La Legge elettorale

MAX: Provocazioni

1° provocazione
In che modo pensi di ottenere queste

interessanti modifiche? A quale partito pensi

di rivolgerti per farti portatore di queste

idee?

2° provocazione
Qualsiasi cambiamento vero non lo potrai mai

ottenere attraverso i partiti, ma solamente

attraverso la presa di coscienza di un popolo

che sta affondando nella merda, ma essendo

questa l'elemento primario che forma questo

popolo, egli si trova a proprio agio proprio

nella merda. Ne consegue che qualsiasi

tentativo di cambiamento verrà, non solo

rifiutato ma, imputato al... rivoluzionario

come colpa.
Se il popolo in questione non fosse quello di

cui parliamo io proporrei semplicemente il

sorteggio di cittadini, con il criterio che

si applica per le corti di assise, di circa

il 10% degli aventi diritto al voto.
Tali cittadini, che dovrebbero rimanere

ignoti al pubblico (come gli eletti in corte

d'assise) ed alle istituzioni non abilitate.
Tale commissione, chiamiamola così,

rimarrebbe in carica per un massimo di 12

mesi e verrebbe ruotata sistematicamente ogni

anno della legislatura, in tale modo sarebbe

impossibile ogni tentativo di corruzione.

Tale commissione potrebbe essere coordinata

da uno o due o tre giudici di Corte

Costituzionale e dovrebbe avere il potere di

ratificare le leggi che vengono emanate dalle

camere (io auspicherei una sola camera), ma

non solo, la commissione dovrebbe avere il

potere di revocare tutte le leggi che

riguardano un certo tipo di interessi da

definire ma nei quali dovrebbero essere

inseriti, sicuramente, gli interessi diretti

ed indiretti dei parlamentari e senatori, ma

su questo ci sarebbe da discutere a lungo:

ciò che conta è l'idea da sviluppare.
La commissione dovrebbe essere organizzata

telematicamente.
Quale sarebbe l'essenza fondamentale di tale

commissione? Semplice! Il popolo delega il

potere, ma conserva per se il potere di

approvare o negare ciò che i ... sui

dipendenti propongono e/o fanno.
In altri termini il popolo si riserva il diritto di REFERENDUM PERMANENTE senza chiedere il permesso ad alcuno.

come si ottiene questo? CON LO SCIOPERO

NAZIONALE AD OLTRANZA! Non esiste altro mezzo

So che tutto questo è spazzatura e quindi

buttala pure senza riguardo, ma se vuoi

discuterla con qualcuno fai pure.
ciao
Max

 
Il 21/10/06 11:38, Blogger paolaba ha scritto...

un buongiorno volante ad Ale e tutti gli amici e amiche del listone!
non intervengo sulla legge elettorale, non ho ancora letto bene le vostre proposte per la mancanza di tempo. Mi ha colpito solo la domanda di Ernesto in uno dei suoi ultimi post: "Come vorreste il Partito democratico", perché è una domanda che mi pongo anch'io da un po'.
Intanto sono lieta di sapere, dal suo blog in costruzione, che almeno Ernesto ha trovato una sua collocazione :-) finora ti vedevo ondivago e trovavo la foto del Che giustamente un po' fuori luogo..
Io personalmente sono molto ma molto titubante su questa nuova aggregazione, che penso sposterà i "sinistri" ancora più a sinistra, inevitabilmente.
A ri-parlarne, senza farci del male. Ciao

 
Il 23/10/06 08:59, Blogger Alearr ha scritto...

@ Gert

Purtroppo non si possono creare sondaggi, cmq nulla ci vieta di creare un articolo ad hoc nel quale ciascuno esprime il proprio voto. Anzi, mi piacerebbe fare come se fosse un parlamento virtuale. Una volta che abbiamo un testo di legge definitivo, lo presentiamo e lo votiamo, se ottiene la maggioranza, passa, altrimenti torna in commissione affari istituzionali ;)

@ Max stirner

Ciao Max e benvenuto.
Corposo come primo intervento, bene ;)

Due consigli al volo:
1. Evita le interlinee per non allungare troppo la pagina.
2. Leggi tutti i commenti pregressi prima di fare il tuo. Questo perché qui siamo fra pari, quindi chi posta un articolo lo fa solo per sollevare un argomento, che viene dibattuto poi da tutti. L'articolo di Gert ha già ricevuto modifiche in corso d'opera. Alcune delle tue critiche sono già state sollevate da altri, quindi ne terremo conto maggiormente per elaborare un testo che possa definirsi definitivo.

@ Paola

Ciao Paola, è sempre un piacere leggerti. Spero che quanto prima (e compatibilmente con i tuoi impegni), potrai dare anche tu il contributo alla legge in discussione.

@ Tutti

Mi sto informando per la raccolta firme virtuali. Sembra si possa fare. Una volta approvato un testo, lo presenterò per la raccolta delle 500.000 firme necessarie alla sua presentazione in Parlamento. Non sarà una passeggiata e potrebbero volerci anni, ma io sono un tipo paziente...^_^

 
Il 23/10/06 11:28, Blogger gioix ha scritto...

OFF TOPIC URGENTE

All'Ospedale Microcitemico di Cagliari serve sangue gruppo 0 RH NEGATIVO per una bambina di 15 mesi, Sara Bellini.


Gian Franco Dominiyanni 23.10.06 11:10 | Rispondi al commento

 
Il 23/10/06 18:21, Blogger ernesto scontento ha scritto...

O.T. Ma non troppo...legge elettorale..metodoper la verifia è l'attuazione dell'idea politica...forse sono univoci.

*****

Io volevo spostare l’attenzione su un metodo….in questi giorni ho riletto il destino della Ragione edizione RESET. Dove vi sono riportati due saggi uno di Dario Antiseri e l’altro di Ralf Gustav Dahrendorf.
In Particolare mi ha colpito quelli di Antiseri sulla razionalità del pensiero….è il metodo razionale che esiste fra lo scienziato è il politico…..In sintesi lo scienziato agisce sempre per trovare le falsificazioni…nel senso che anche quando una scoperta sembra certa è incontrovertibile non si da mai per scontato che essa è certa è si lavora per trovarvi le falsificazioni….quindi la scienza progredisce dai suoi errori essendo sempre alla ricerca delle falsificazioni…naturalmente lo fa sempre partendo da dai dati precedenti.
Antisieri riporta il metodo sul pensiero delle idee politiche ( la teoria non e sua ma di Karl Popper)
Quindi afferma che per progredire bisogna ricercare la falsificazione è cambiare….quindi bisogna essere Riformisti in politica.

Ma qui lui divide i riformisti in due categorie i costruttivisti e gli intelligenti.

I costrutivisti sono coloro che tendono a riformare la società partendo dal presupposto di attuare una ingegneria sociale per modificare la società è l’uomo….abbandonando il campo della conoscenza che dovrebbe venire dalle esperienze passate ( in somma sono anche utopisti)…purtroppo dice antiseri questo tipo di riformisti non si preoccupa di verificare la falsificazione della teoria con le esperienze del passato.
I Riformisti intelligenti invece partono dal presupposto che la natura umana non è modificabile nei suoi valori naturali….quindi elaborano teorie politiche partendo da questo presupposto….ma ne cercano la falsificazione attingendo dall’esperienza e dalle ricerche del passato universalmente riconosciute idonee dalla comunità.
In sostanza I riformisti intelligenti operano come gli scienziati Idea attivazione del progetto idea è verifica della falsificazione intesa come ricerca dell’errore umanamente possibile in base alle conoscenze attuali prima di attuarlo .

ernesto

se O.T. cancellate non è un problema

 
Il 24/10/06 09:08, Blogger gioix ha scritto...

@ Gert

C'è un bel post sul blog di Grillo e sto riportando i punti del tuo post di là...spero non ti arrabbi.
Finalmente pare che si vada sul concreto!

 
Il 25/10/06 08:52, Blogger filippo russo ha scritto...

salve a tutti.
ho notato leggendo i post di grillo (posso solo leggere non postare poichè ha bannato l'IP del mio pc)che sta dicendo cose che io sostengo da un pò (la "guerra" non è tra sinistri e destri ma tra noi, cittadini e loro, politici.
ho notato anche che grillo posta, i bloggher col rito quotidiano del postare si sfogano e poi via prontiper un altro post di grillo, il tutto fine a se stesso, nulla o quasi di concreto, una sorta di nouvelle oppio dei popoli, lo sfogo pilotato, quasi casto comunque incruento, che non fa danni e lascia identico lo status quo.
è una mia impressione o anche voi avete notato la cosa?
chiedo scusa per l'OT

 
Il 25/10/06 10:06, Blogger Gian Franco Dominijanni ha scritto...

Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

 
Il 25/10/06 10:17, Blogger Gian Franco Dominijanni ha scritto...

Scusate ma oggi vi racconto, almeno ci provo, una storia vera camuffata, è una storia che conosciamo tutti, e forse, fra tutti noi, sono il solo a conoscere gli sviluppi.

Molte volte il tempo decide se farti vivere o morire, la malattia decide come e quando.

Siamo arrivati tardi, la malattia ha fatto prima e il suo decorso sarà lungo e intenso, prima di cercare altre vittime su cui scatenare la propria furia.

Un saluto buona giornata.

LADRO DI STORIE RUBATE ALLA...

Siamo sicuri che quello che facciamo, sia quello che vorremmo fare?
Siamo sicuri di essere quello che realmente siamo?
Siamo sicuri di non essere i cacciatori di noi stessi?
Siamo sicuri di non essere, allo stesso tempo, vittime e carnefici di noi stessi?
No!!! Perchè noi tutti, siamo ladri di storie.
Ora basta devo dare un taglio, la serata volge al termine, piove a dirotto, non ho l'ombrello, come al solito, trovo un angolo per ripararmi e attendo.

Alzo lo sguardo, il cielo è grigio perlato, le luci e i lampioni illuminano la pioggia.

La pioggia, violenta taglia l'aria come piccole lame a caccia di vittime.

Protetto nel mio piccolo angolo penso, tante idee mi frullano nella testa, arrivo a svilupparne una, mi si illuminano gli occhi e, penso: mi sembra una buona idea, si mi sembra geniale, calma, calma, devo ragionare... questa idea è mia oppure c'è già? Tutti hanno delle idee, ma la mia deve essere mia e basta!

A mano, a mano, che arrivo alla certezza che quella idea è mia l'euforia mi riscalda il sangue, è il segnale, in un attimo sono riuscito a rivedere le idee degli altri, la mia idea è mia e basta.

La gioia è alle stelle, mi guardo intorno, non c'è nessuno, la strada è vuota, ho voglia di urlare, voglio avere conferma da quel vuoto, in quel vuoto nessuno può tradirmi.

Perchè io sono il padrone di quel vuoto in quel momento.

Esco fuori dal riparo, alzo le braccia come in segno di vittoria e guardando il cielo urlo:
"di chi è questa idea???".
"E' mia!!!... E' mia!!!... E' mia!!!... E' mia!!!... E' mia!!!..."
Chi è? Chi ha detto è mia? Ma... sono solo, chi è stato, mi guardo intorno e inizio a correre, sempre più veloce, inseguito dall'eco. Come se l'eco di quella risposta volesse raggiungermi.

All'improvviso, davanti, una vecchia con l'ombrello, cambio direzione, scivolo, la investo, cado, cade, gli vola l'ombrello, lo prendo al volo, lei, la vecchia rialzandosi mi viene incontro urlando: "è mio, è mio, è mio" mi rialzo velocemente e la allontano colpendola col suo ombrello, continuo a correre, inseguito dagli echi, che si erano uniti ai precedenti.

Corro, corro, svolto l'angolo... un palo, scomposto lo evito, proteggendomi, con una mano lo aggancio e gli giro intorno, proseguo la fuga.

Una bambina, uscendo da un portone, me la ritrovo davanti, non riesco ad evitarla, gli vado addosso, entrambi cadiamo, aveva in mano una bambola, gli vola, ricade in una pozza d'acqua, la prendo, veloce, mi rialzo e continuo a correre, la bambina accenna a rialzarsi urlando come una ossessa: "è mia, è mia, è mia".

Urla maledette, si uniscono contro di me, non mi devono raggiungere, accelero come un matto, zuppo e con il cuore che sembra volermi scoppiare arrivo al portone di casa, è aperto, entro e lo richiudo alle mie spalle.

Mi fermo un attimo nell'androne, tiro un sospiro di sollievo, chiudo l'ombrello, osservo la bambola, alzo lo sguardo, posta, la cassetta trabocca di posta, la svuoto e salgo.

Arrivo al piano, apro la porta, entro, richiudo... le voci?

Le voci... non ci sono più?! Bene.

Ho bisogno di rilassarmi... poso l'ombrello e la bambola. Mi spoglio, ho bisogno di una doccia, apro il rubinetto, è ok, mi infilo sotto, mi verso il doccia schiuma sulla testa e ad occhi chiusi, faccio scorrere la schiuma massaggiandomi.

Mi asciugo e con l'asciugamano intorno alla vita, esco dal bagno, prendo l'ombrello lo apro lo faccio ruotare, poi la bambola la osservo, poso tutto sopra il letto, mi sdraio, prendo la corrispondenza, tutti conti correnti, tasse, luce, acqua, telefono, ici, tarsu... li lancio contro il soffitto, con uno scatto prendo l'ombrello, per ripararmi dalle lettere ma... ma, lo hanno attraversato? Incredulo, chiudo e riapro l'ombrello più volte, è intatto, come è possibile ho le allucinazioni, forse era chiuso, sto impazzendo, non capisco... ci rinuncio.

Penso: alla vecchia, la bambina, sono entrato nella loro storia, in questo momento loro stanno pensando a me, ma io, io devo eliminarle dalla mia storia, si, non voglio che altri si impossessino della mia storia, la mia storia deve essere mia e basta.

Mi alzo spalanco la finestra, guardo fuori, continua a piovere, la strada è deserta.

Prendo l'ombrello, lo apro, imbrago la bambola, lo sporgo dalla finestra e lo lascio andare, con lo sguardo lo osservo mentre si allontana lentamente, accompagnato dalla pioggia che sembra lo voglia tagliare prima di raggiungere terra.

Bene mi sono liberato della loro storia, ora, chi raccoglierà quell'ombrello con la bambola, sarà vittima della mia storia, ma io non della loro.

Sono stanco, accendo la televisione, le solite cose, i soliti volti, le solite notizie, un video: Coldplay, uhm, lo guardo un po, prima di cercare un canale vuoto, si la neve, un attimo e ripenso alle lettere che hanno attraversato l'ombrello, quelle lettere: sono entrate nella mia storia o fanno parte della mia storia?

Driinnn...

?, Suonano alla porta, chi sarà, a quest'ora?

Mi alzo, sistemo l'asciugamano intorno alla vita e vado ad aprire.

Driinnn...

Apro la porta, stupito, una bambina con una bambolina in mano, la stessa che avevo fatto cadere insieme all'ombrello, me la porge dicendo: "prendila ormai, a me non serve più".

Con un guizzo si volta e va via, cerco di seguirla con lo sguardo, ma è troppo veloce, quasi un flash.

La bambina, quella bambina, era lei, si era lei, la stessa che avevo fatto cadere, quella alla quale avevo preso la bambolina qualche ora fa.

Mi sdraio nuovamente sul letto e fissando la neve nel televisore penso:
ma come ha fatto? Maledizione! E' entrata nella mia storia, sono diventato una sua vittima, che fesso sono stato, avrei dovuto guardare dallo spioncino prima di aprire... sarebbe stato uguale, perchè vedendola l'avrei riconosciuta e, sarebbe entrata ugualmente nella mia storia.

Quelle sue parole poi, cosa avrà voluto dire con: "... ormai, a me non serve più" sembrano parole di rassegnazione... sono stanco.

Non voglio pensare guardo il canale vuoto, la neve, in attesa del sonno, poi ci saranno le allucinazioni che termineranno con la solita scossa.

Quella scossa che decide per te, quella scossa che ti dice se puoi andare avanti o fermarti, quella scossa che ti dice se devi imbrogliare la vita o la morte.

Quella scossa che un giorno, qualcuno, non sentirà più.

SatR.

VITA.

By Gian Franco Dominijanni

 
Il 25/10/06 11:19, Blogger paolaba ha scritto...

* Il solito, rapido, buongiorno ai Listoni :)
* la solita ammissione di non poter(saper) contribuire al tema della legge elettorale..
ma contenta per la vivacità dei commenti nel RESET di Beppe ieri, che potrebbe continuare sul tema dell'inquinamento + traffico di oggi (coagulare è difficile, ma è già utile il brain storming (= tempesta di cervelli?
* Gioix: allora pure brain sharing, perché no? :D
* Filippo che hai fatto per avere l'IP bannato?!
* Gian Franco anche le storie OT sono belle e Re-settano :))
a presto, ci si legge

 
Il 25/10/06 11:27, Blogger Gian Franco Dominijanni ha scritto...

Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

 
Il 25/10/06 12:07, Blogger Gian Franco Dominijanni ha scritto...

7. Libera Stampa - Ineleggibilità per tutti i proprietari di mezzi di comunicazione di massa, a meno che al momento della candidatura abbiano venduto i beni di loro proprietà da almeno 24 mesi.

Sto riflettendo su questo articolo, cercando di entrare nella logica dell'inganno.

Sapete, come si dice, per essere un buon poliziotto devi essere un buon ladro, nel senso che devi entrare nella psicologia del ladro.

Supponiamo che al momento della candidatura uno si sia spogliato di tutti i beni che potrebbero entrare in conflitto con questo articolo magari vendendoli a sua moglie, alla sua amante, al figlio, al parente, al prestanome di fiducia, ecc... ecc... .

A questo punto il problema sarebbe formalmente risolto ma nella sostanza no.

Ricordiamoci che i politici hanno una predisposizione innata nel riciclarsi e nel riciclare.

Ricordiamo "mani pulite": grandi personaggi dai nomi altisonanti, immersi negli affari della politica dai tempi del dopoguerra, bene, questi personaggi risultavano essere degli emeriti poveracci, dei nullatenenti, di lusso ma nullatenenti, avevano per lo più, tutto intestato a parenti vicini e lontani erano in sostanza proprietari della carica che ricoprivano in multiproprietà.

Uhm... carica in multiproprietà? mi fa venire idee strane questa associazione... andiamo avanti.

Questo grazie agli incroci affaristici conseguiti o affermati, nell'arco della propria attività politica.

By Gian Franco Dominijanni

 
Il 25/10/06 12:29, Blogger ernesto scontento ha scritto...

@ Gian Franco Dominijanni

non so se la metafora della tua storia si potrebbe definire con una parola...

Ponendo la domanda...cosè la cosa più importante per un essere umano????

Risposta - VIVERE

di conseguenza vivere implica tutte quelle azioni è emozioni incluse nel percorso della vita anche se non direttamente nostre.... ma che noi recepiamo in base alla nostra natura che è soggettiva in ognuno di noi ma comune a tutti gli esseri umani.

I nostri istinti, la nostra sensibilità,il nostro egoismo e il nostro altruismo sono immutabili nel senso che non li puoi eliminare del tutto.

Ma mentre leggevo mi sono posto una domanda....

come possiamo non farci coinvolgere dalle storie altrui ??????

Io a questa domanda non o una risposta se non quella di dire che l'estraneità alle cose della vita che coinvolgono altri esseri e soggettiva e varia a secondo del nostro egoismo o altruismo personale....peraltro sentimenti umani ma non in egual misura fra tutti e quindi soggettivi.

Però mi è venuto in mente una cosa che ho letto di sicuro da qualche parte....

La differenza che c'è fra un essere umano normale e l'artista....

L'artista è tale perchè contemplando un tramonto si estranea dal contesto che lo circonda e dal periodo sociopolitico attuale....

L'artsta contempla la cosa in se....

Quindi siccome non tutti siamo Artisti...e il tasso di egoismo o altruismo individuale è soggettivo....

I più sono condannati a vivere con il peso delle storie altrui, e il costo che dobbiamo pagare per fare la cosa più importante per noi VIVERE.

ernesto scontento

 
Il 25/10/06 14:56, Blogger filippo russo ha scritto...

@ paolaba

nulla di che paola ho solo postato ripetutamente questo post:
ATTENZIONE
il blog di grillo è una bufala, quelli che postano sono risponditori automatici, dei bot, se fossero persone starebbero fuori a protestare.
ecco + o - na cosa del genere
ma si vive bene anche senza eh :-)

 
Il 25/10/06 16:49, Blogger gioix ha scritto...

@ Paola

What is it *"brain sharing"???

 
Il 26/10/06 00:38, Blogger ernesto scontento ha scritto...

@ Alearr

Purtroppo non si possono creare sondaggi, cmq nulla ci vieta di creare un articolo ad hoc nel quale ciascuno esprime il proprio voto.

*****

Su questo sito

http://extraverginediprodi.blogspot.com/

o trovato una maschera per i sondaggi il codice lo puoi creare qui

http://www.dpolls.com/

e poi inserirlo nella barra laterale..gestiscono tutto loro ed è FREE.

comunque tu sei più esperto di me, dagli un'occhiata.

ernesto

 
Il 26/10/06 10:22, Blogger Gian Franco Dominijanni ha scritto...

Rif: Ernesto Scontento

Come hai espresso alla perfezione, ognuno di noi da una importanza alle cose secondo la propria esperienza e sensibilità.

Quella banale storia, era una storia vera, ho provato a camuffarla, a quanto pare ci sono riuscito, usando metafore sempre inerenti la storia vera, non c'era paragrafo che in qualche modo non la richiamasse.

E' la storia di una morte annunciata, dove elementi esterni si sono inseriti nella storia di questa persona, ma tardi.

Come dire: il tempo ha deciso la sua sorte... ma la storia del tempo è un'altra storia.

Ciao Ernesto e grazie.

By Gian Franco Dominijanni

 
Il 26/10/06 11:08, Blogger Andrea Sacchini ha scritto...

I vari punti del programma mi sembrano ottimi; intravedo però un piccolo problema di... fattibilità.

 
Il 26/10/06 13:24, Blogger ernesto scontento ha scritto...

O.T Ma non troppo.....

I fatti che stanno accadendo in Ungheria!!!!!

Voi come li vedete.....io come la penso lo scritti nel mio POST

Ungheria 1956,2006 Proseguono le Proteste

Secondo è legittimo che il primo ministro Ferenc Gyurcsany che ammette di aver mentito prima delle elezioni di aprile: “Naturalmente, abbiamo mentito… negli ultimi due anni. E’ chiaro che quello che dicevamo non era vero. Non abbiamo fatto niente negli ultimi quattro anni. Non posso menzionare un solo passo di cui essere fiero”.


CONTINUI A RIMANERE AL SUO POSTO??????

La disonesta in politica non è solo è soltanto la truffa monetaria...ma è anche quella Intellettuale...uno vota si il partito (che rappresenta i valori condivisi)ma anche gli uomini di partito (che sono lo strumento per attuarli).


Inoltre non mi piace il fatto che si marchi sulla farse estremisti di destra......perchè al governo c'è la sinistra!!!!!


Per me sono cittadini traditi... e chi governa è li perchè ha mentito!!!!

Oggi le distorsioni che noi evidenziamo, anche in questo blog cercando di discutere su come vorremmo la legge elettorale per correggere la distanza fra cittadini e claSse dirigente....è frutto di un malsano Macchiavellismo di cui è prigioniera la classe POLITICA.....


Consigli al Principe " Caro principe il popolo gli chiederà delle modifiche per migliorare le loro condizioni di vita, sappi che tu non ai un esercito abbastanza potente per contrastare il popolo, quindi quando questo accadrà tu assecondalo è poi quando le cose si sono calmate tu fai quello che vuoi tu, anche in contraddizione alle promesse che ai fatto al popolo"

Sono andato memoria ma il concetto è chiaro DI CIO' CHE NON PENSI E FAI CIO' CHE PENSI.

Ecco io oggi vorrei una sinistra onesta intellettualmente che abbia il coraggio di dire.... che il primo ministro Ungherese Ferenc Gyurcsany...governa illegittimamente è quindi deve essere estromesso dal suo mandato.

(La morale è il risultato delle azioni che noi facciamo) .

Che ne pensate?


ernesto scontento

 
Il 26/10/06 14:41, Blogger Gian Franco Dominijanni ha scritto...

Rif: Ernesto Scontento

Ferenc Gyurcsany mentendo al suo popolo non deve avere diritto a rappresentarlo.

Perchè non esiste in nessun angolo della terra un popolo che eleggerebbe un bugiardo.

La verità deve essere alla base di una democrazia per costituire quel rapporto di fiducia tra eletto e elettore.

Anche perchè l'elettore è di fatto, il maggiore azionista della propria nazione e merita rispetto, anzi gli è dovuto.

Quando questo rapporto si indebolisce è lecito che il popolo si riprenda la propria serietà e onestà revocando il mandato di fiducia ad una persona poco seria e disonesta.

Anzi personalmente lo adotterei come elemento legislativo fondamentale, per conseguire e mantenere valido un mandato istituzionale.

S.a.t.

By Gian Franco Dominijanni

 
Il 26/10/06 17:33, Blogger filippo russo ha scritto...

l'onestà, quella intellettuale, ha contorni molto sfrangiati e molto dipendenti dalle caratteristiche personali.
per intenderci scagli la prima pietra chi di noi non ha mai buttato un pezzo di carta a terra pur dichiarandosi ecologista convinto (la generalizzazione è esasperata lo so, ma il tempo è tiranno :-)).
ma pretendere onestà intellettuale e morale da coloro i quali si candidano ad amministrare e incidere sulla vita degli altri, non solo è dovuto ma deve essere preteso e con forza.
come dice gian franco non c'è popolo che eleggerebbe un bugiardo, ma cosa succede se questi, mentendo viene eletto e solo dopo si scopre che ha mentito?
bhè la risposta sarebbe una e una sola, ma ho usato il sarebbe apposta perchè nei fatti le risposte sono molteplici, addirittura esilaranti quelle date dagli italiani.
noi viviamo davvero sotto un incantesimo, forse i "visionari" delle scie chimiche non hanno poi tutti i torti. io solo così mi posso spiegare un popolo che si divide in due per scegliere quale tipo di "pisello" debba avere il privilegio di sfondarci l'ano, e siamo pure pronti a litigare a sangue per affermare questo privilegio.

 
Il 26/10/06 18:29, Blogger ernesto scontento ha scritto...

n uomo fa quello che è suo dovere fare, quali che siano le conseguenze personali, quali che siano gli ostacoli, i pericoli o le pressioni. Questa è la base di tutta la moralità umana.

* Il conformismo è il carceriere della libertà e il nemico della crescita.

John Fitzgerald Kennedy

*******

Vi rileggo Sabato domani non ci sono vado in fiera a Bologna...ciao

 
Il 26/10/06 19:00, Blogger Alearr ha scritto...

@ Ernesto

Grazie per la dritta, ho inserito il poll in questo articolo...sei un mito! ^_^

Buona serata a tutti!! E votate! ;)

 
Il 26/10/06 22:52, Blogger ernesto scontento ha scritto...

"La storia fatta di silenzi, di falsificazioni, di mistificazioni, non è maestra di vita..."

*******
La “Primavera di Praga”

"Poiché i nostri popoli sono sull'orlo della disperazione e della rassegnazione, abbiamo deciso di esprimere la nostra protesta e di scuotere la coscienza del popolo.
Il nostro gruppo è costituito da volontari, pronti a bruciarsi per la nostra causa.

Poiché ho avuto l'onore di estrarre il numero 1, è mio diritto scrivere la prima lettera ed essere la prima torcia umana.

Noi esigiamo l'abolizione della censura e la proibizione di Zprav (giornale delle forze di occupazione sovietiche). Se le nostre richieste non saranno esaudite entro cinque giorni, il 21 gennaio 1969, e se il nostro popolo non darà un sostegno sufficiente a quelle richieste, con uno sciopero generale e illimitato, una nuova torcia s'infiammerà".

Firmato: la torcia numero uno.

Jan Palac

*****

Ogni dieci anni ci si ricorda di Jan Palach. E' la truffa degli anniversari, delle commemorazioni, è l'occasione per rifare i conti col passato facendolo aderire, se possibile, alle convenienze del presente.

Jan Palach era uno studente di Praga che trent'anni fa si diede fuoco in piazza San Venceslao. Morì dopo 3 giorni di agonia. Aveva 21 anni. Da cinque mesi, le truppe del Patto di Varsavia occupavano la Cecoslovacchia, il paese della Primavera di Praga.

Anche la biografia di Jan Palach offriva qualche sorpresa. Aveva studiato per sei mesi in Unione Sovietica, intendeva laurearsi in filosofia con una tesi su Marx e la Terza Internazionale. Il gruppo politico clandestino di cui faceva parte non era "anticomunista", non chiedeva nemmeno il ritiro
delle truppe del Patto di Varsavia. Chiedeva la fine della censura sulla stampa e il divieto di pubblicazione per il giornale dell'esercito occupante. Anche per questo, quel suicidio è divenuto il simbolo di un popolo umiliato, eppure capace di non rassegnarsi. Il carattere della Resistenza fu a volte segnato dalla disperazione, più spesso ironico, tramite forme di lotta non violente come lo sciopero della fame e tattiche di guerriglia pacifica: qualcuno ricorderà le immagini dei cartelli segnaletici che venivano tolti dalle strade, per confondere i carri armati.

Come fosse vissuta quella Primavera, lo ha scritto Milan Kundera nell'Insostenibile leggerezza dell'essere: una "vertigine" umana e politica, un soffio di libertà, la sensazione di ebbrezza derivata da grandi cambiamenti politici - il comunismo dal volto umano
- che coinvolgevano tanti giovani. Senza quella vertigine non si può spiegare il senso del gesto di Jan Palach, la disperazione sua e di tanti altri, l'invincibile spinta a
diventare simbolo.

*******

Io sono nato il 22/01/1959 avevo 10 anni quando Jan Palac si diede fuoco....non ricordo molto di allora ma ricordo che negli anni succesivi il suo nome era spesso fatto dai ragazzi più grandi di me nelle riunioni del circolo che frequentavo all'ora....MA RICORDO BENE CHE NESUNO DEGLI ANZIANI GRADIVA CERTI ARGOMENTI IO NON HO MAI SENTITO NESSUNO DIRE CHE JAN PALAC ERA UN EROE CHE SI ERA BATTUTO PER LA LIBERTA'.

ALLORA MI DOMANDO MA I RAGAZZI CHE STANNO MANIFESTANDO IN UNGHERIA SONO DAVVERO FASCISTI!!!!!!

(USARE IL TERMINE DI DESTRA IN ITALIA EQUILALE A FASCISTA)

ernesto scontento

 
Il 27/10/06 09:16, Blogger Gian Franco Dominijanni ha scritto...

REFERENDUM PROPOSITIVO? NON...

Di seguito l'indirizzo su cui visualizzare la legge elettorale in vigore:

http://www.italia.gov.it/servlet/ContentServer?NumRic=0&channel=HTTP&pagename=e-Italia/Structure&c=SottoGuide&cid=1069916935829

E' PREVISTO.
RIPROVA SARAI PIU' FORTUNATO.

By Gian Franco Dominijanni

 
Il 27/10/06 09:30, Blogger Alearr ha scritto...

Ciao a tutti e buona giornata!

@ Gianfranco

Noi non vogliamo indire un referendum, bensì presentare un testo di legge vero e proprio...una volta messi i paletti ^_^

Ps. se un link è troppo lungo, potete fare così: [a href="http://www.indirizzo.it"]Sito[/a], sostituendo alle parentesi quadre, quelle acute (di solito si trovano a sinistra del tasto "Z" sulla tastiera), in questo modo lo renderete cliccabile.

 
Il 28/10/06 09:02, Blogger gioix ha scritto...

@ alearr

ho provato a votare ma vien fuori la scritta

Poll not available
Unauthorized poll code use
Please contact site owner

Comunque la fedina penale pulita.
Da tutti i reati.

Domanda: quando uno sconta la pena fino in fondo la fedina penale poi è pulita? O devono passare 5 anni?

 
Il 28/10/06 10:54, Blogger paolaba ha scritto...

Un saluto a tutti!
e -rigorosamente OT- un saluto particolare a Cosimina e Giorgia (Gio: poichè chiedevi del car sahring, brain sharing = condivisione di cervelli ah ah..)
siete due giovani pasionarie e la cosa personalmente mi fa un grande piacere, non tutto è perduto!
Buona domenica urbi et orbi
ci si legge

 
Il 28/10/06 12:46, Blogger ernesto scontento ha scritto...

@ allear

Ale la maschera per le votazioni non fuziona...probabilmente la devi mettere sulla barra laterale del Blog, come nel sito che ti avevo indicato...

non sono sicuro ma non vorrei che mettendola sul post il sever che la gestisce perda il riferimento al sito....un po come succede nei conta utenti....

ernesto

 
Il 30/10/06 09:19, Blogger mina ha scritto...

buongiorno amici,
io propongo che i politici oltre ad avere la fedina penale candida come un angelo dovrebbero svolgere anche un a ltra professione cioe avere un lavoro come tutti noi e fare il politico dovrebbe essere piu una vocazione che una professione con profitti altissimi.

Ale dovrei pubblicare un post ma l invito che mi hai fatto in passato sembra scaduto ciao aspetto notizie.

 
Il 30/10/06 12:27, Blogger Alearr ha scritto...

Dovrei avere risolto i problemi ora.
Un salutone a tutti!! ^_^

 
Il 31/10/06 10:51, Blogger Gerrit Boekbinder* ha scritto...

Buongiorno a tutti.

Scusate la latitanza causata da un'impennata di impegni lavorativi.
Adesso rielaboro le varie proposte e fra un po' riesco con un altro post sul tema.

Gert

 

Posta un commento

Trackback:

Crea un link

<< Home